L’intervento di bypass gastrico, che è un metodo comune nella chirurgia dell’obesità, è un metodo combinato che restringe e causa malassorbimento.

L’intervento di bypass gastrico è tecnicamente eseguito riducendo lo stomaco a una piccola sacca e portando l’intestino tenue da un certo segmento allo stomaco che si restringe e facendo un collegamento verso l’alto. Il resto dello stomaco non viene rimosso come la sleeve gastrectomy. Tuttavia, non c’è ingresso di cibo nello stomaco rimanente. I succhi gastrici e gli enzimi continuano ad essere prodotti per la digestione e l’assorbimento dei nutrienti dal resto dello stomaco.

Così, i pazienti con Bypass Gastrico mangiano meno cibo e assumono meno calorie a causa della riduzione dello stomaco, e si ottiene una diminuzione dell’assorbimento degli alimenti ipercalorici assunti a causa del passaggio dal piccolo stomaco rimanente direttamente all’intestino tenue e quindi fornisce la perdita di peso.

Pertanto, la perdita di peso si ottiene nei problemi di obesità con due meccanismi diversi.
Dopo le operazioni di bypass gastrico eseguite con metodo laparoscopico, non c’è un’incisione profonda nella pelle e il dolore associato. L’operazione viene eseguita in anestesia generale e dura in media 1 ora. Anche se prima dell’intervento vengono eseguiti ampi test pre-operatori, si tengono colloqui con le unità di malattie del torace, anestesia, psichiatria ed endocrinologia. I pazienti vengono testati per le perdite il 2° giorno post-operatorio e il paziente viene alimentato per via orale. I pazienti vengono dimessi il 3° giorno dopo l’operazione.

Quanto tempo richiede l’intervento di bypass gastrico?

La durata dell’intervento di bypass della gastrite è di circa un’ora e mezza. Prima di questo intervento, il paziente può essere trattato per molto tempo. Dopo aver completato i test e gli esami necessari, il paziente viene operato. Durante l’operazione vengono fatte piccole incisioni. Mentre alcuni medici possono aver bisogno di punti di sutura, altri no. Dopo l’operazione, il paziente può essere tenuto in ospedale per vedere se c’è una perdita, come per il tubo gastrico. In seguito, il paziente viene nutrito con cibo liquido o in purea per un certo periodo.

Tipi di bypass gastrico

Si divide il bypass gastrico in due: la chirurgia di bypass gastrico e la chirurgia di mini bypass gastrico. Lo scopo comune degli interventi di bypass gastrico è quello di ridurre lo stomaco e fare in modo che gli alimenti consumati raggiungano più velocemente l’intestino. Così, entrambi gli obiettivi sono raggiunti. Il primo obiettivo è che il paziente abbia una sensazione di pienezza più facilmente riducendo le dimensioni dello stomaco. Il secondo obiettivo rappresenta l’evento che i nutrienti ricevono meno calorie dal cibo perché passano attraverso una digestione intestinale più veloce, il che limita l’aumento di peso.

Negli interventi di mini bypass gastrico, nessuna parte viene tagliata dal corpo. Pertanto, il paziente può recuperare in un tempo più breve. In questa operazione, un percorso più breve è fornito direttamente allo stomaco – intestino tenue per ridurre gli attuali valori calorici dei cibi assunti. Questo è l’obiettivo del normale intervento di bypass gastrico. La differenza più evidente tra i due è che nulla viene rimosso dal corpo. Dopo l’operazione di mini bypass gastrico, il paziente affetto da obesità viene dimesso rimanendo in ospedale per almeno due o quattro giorni.

Perdita di peso con la chirurgia di bypass gastrico

La perdita di peso è molto rapida nei primi due mesi dopo un bypass gastrico, come nel tubo gastrico. Il paziente continuerà a perdere peso per molto tempo. La perdita di appetito continuerà. Tuttavia, una situazione come l’aumento di peso può essere sperimentata, anche se rara. I pazienti con troppi carboidrati e una dieta malsana possono ingrassare di nuovo. I pazienti che lottano con l’obesità possono perdere 50 o 60 chili in due anni grazie alla chirurgia di bypass gastrico.

Soluzione permanente per le malattie causate dall’eccesso di peso, specialmente il diabete di tipo 2

QUALI SONO I VANTAGGI DELLA CHIRURGIA DI BYPASS GASTRICO?

La chirurgia di bypass gastrico è uno strumento eccellente per fornire agli individui un controllo del peso a lungo termine in piccole porzioni senza il vecchio forte senso di appetito. Per la maggior parte dei pazienti, la perdita di peso a lungo termine e il mantenimento del peso hanno successo. A seconda della perdita di peso, crea una soluzione permanente per il diabete di tipo 2, ma anche malattie concomitanti causate da eccesso di peso. I pazienti sperimentano la soddisfazione fisica e psicologica dopo l’intervento.

CHIRURGIA DI BYPASS GASTRICO PRIMA DOPO

QUALI SONO I RISCHI E LE COMPLICAZIONI?

Come ogni procedura chirurgica, la chirurgia di bypass gastrico presenta potenziali rischi e complicazioni. Questi sono rari e viene fatto tutto il possibile per evitare che si verifichino. Le complicanze più comuni sono perdite, sanguinamento ed embolia. Questi rischi possono essere visti soprattutto nei primi 15 giorni dopo l’intervento. Quando si vedono i sintomi delle complicazioni, contattare immediatamente il medico accorcia il processo di trattamento delle complicazioni e influisce positivamente sul successo del trattamento.

Le perdite nella linea di cucitura sono la complicazione più rischiosa di questo intervento. I sintomi della rottura includono febbre alta, forti dolori addominali, polso alto, tremori e debolezza. Gli interventi tempestivi ed efficaci del medico giocano un ruolo importante nel trattamento delle possibili perdite. L’individuazione e il trattamento delle perdite è molto facile per un chirurgo dell’obesità esperto. Solo il processo diventa più lungo.

Un altro rischio è il rischio di embolia. C’è il rischio di embolia in ogni intervento chirurgico; Tuttavia, negli interventi chirurgici per l’obesità, il rischio di embolia è maggiore a causa del sovrappeso. Per prevenire il rischio di embolia, un giorno prima o il giorno dell’intervento viene iniziata un’iniezione di fluidificante del sangue e i pazienti indossano calze per l’embolia (vene varicose). Il paziente deve utilizzare la calza anti-embolia e l’ago per fluidificare il sangue per dieci giorni a casa dopo la dimissione.

La complicanza più comune è il sanguinamento. L’osservazione del sanguinamento è molto facile con il follow-up del drenaggio. In pazienti con sanguinamento si vede debolezza, vertigini e bassa pressione sanguigna. Il trattamento del sanguinamento può essere superato rapidamente con i soli integratori di sangue, a seconda della quantità di sanguinamento.

Oltre a questi, possono verificarsi carenze vitaminico-minerali dovute alla malnutrizione e al ridotto assorbimento. I pazienti devono sottoporsi regolarmente a esami del sangue dopo l’intervento chirurgico e utilizzare regolarmente i farmaci e gli integratori prescritti dal medico per le carenze di vitamine e minerali.

La sindrome da dumping, nota anche come svuotamento gastrico rapido, si verifica quando il cibo, in particolare lo zucchero, passa molto rapidamente dallo stomaco all’intestino tenue. La sindrome da dumping si verifica da 10 a 30 minuti dopo aver mangiato e provoca sintomi come dolore addominale, crampi e diarrea negli individui. I cambiamenti nutrizionali post-operatori aiutano a prevenire la sindrome da dumping. La sindrome da dumping può essere prevenuta mangiando pasti più piccoli e limitando gli alimenti ad alto contenuto di zucchero.

Ci sono danni nella chirurgia di bypass gastrico?

La chirurgia di bypass gastrico è un’operazione estremamente innocua. Se siete gravemente obeso e avete problemi a perdere peso, il vostro medico può raccomandare un intervento di bypass gastrico. Tutte le procedure chirurgiche comportano dei rischi.

Quindi, se il bypass gastrico non è dannoso, quali sono i probabili effetti collaterali?

Alcuni rischi della chirurgia bariatrica includono:

  1. reflusso acido,
  2. rischi correlati all’anestesia,
  3. nausea e vomito cronici, ingrossamento dell’esofago
  4. incapacità di mangiare determinati cibi,
  5. infezione, ostruzione dello stomaco,
  6. aumento di peso o incapacità di perdere peso.

NUTRIZIONE DOPO CHIRURGIA DI BYPASS GASTRICO

A seguito di una procedura di bypass gastrico, i pazienti si sottopongono a un test di perdite il secondo giorno postoperatorio e viene iniziata una dieta liquida di 15 giorni. Il periodo di dieta liquida è seguito da una dieta a base di cibi puri e il cibo solido viene aggiunto dopo. I periodi di dieta vi saranno spiegati attentamente dal vostro nutrizionista. Il ruolo dei nutrizionisti è di fondamentale importanza per ogni paziente durante il periodo postoperatorio. La conformità dietetica del paziente è il fattore più importante per prevenire l’insorgere di complicazioni.

I pazienti dovrebbero acquisire l’abitudine di mangiare lentamente con piccoli morsi e masticare molto bene. Un’altra regola della nutrizione è fare la distinzione tra il cibo solido e il cibo liquido. L’intervallo tra cibo e liquidi dovrebbe essere di almeno 30 minuti. In questo modo si può evitare che si verifichino carenze nutrizionali e allargamenti gastrici.

È importante rispettare piani alimentari ricchi di fibre con un rapporto equilibrato tra carboidrati, proteine e grassi. Il piano dei pasti dovrebbe contenere circa 60-80 g di proteine al giorno per garantire la guarigione della ferita ed evitare carenze nutrizionali. Le fonti per fornire la quantità di proteine necessaria possono variare in base alla tolleranza di ogni singolo paziente. Man mano che la tolleranza aumenta nel tempo, il consumo di alimenti ricchi di proteine aumenta. Inoltre, le carenze di minerali, tra cui ferro e calcio, che possono provocare anemia da carenza di ferro o osteoporosi, e la carenza di vitamina B12 sono comuni dopo questa procedura. BOltre a una dieta nutriente, possono essere necessari integratori di vitamine del complesso B e multivitaminici. I pazienti devono rompere le loro vecchie abitudini alimentari come i frequenti pasti ad alto contenuto di zucchero e di calorie e ottenere nuove abitudini alimentari sane per evitare sintomi come i crampi o la diarrea associati alla sindrome da dumping e per evitare di riacquistare il peso perso.

A cosa dovrebbero prestare attenzione coloro che hanno un bypass gastrico?

Dovete assolutamente collaborare con un nutrizionista specializzato. Come vostro medico, posso dire che dovete prestare attenzione alle seguenti linee guida;

  • Un’alimentazione equilibrata è essenziale per la carenza di vitamine e minerali.
  • Il tasso di consumo di cibi solidi dovrebbe essere ridotto.
  • Devono essere organizzati programmi di nutrizione a basso contenuto di carboidrati e ad alto contenuto proteico.
  • Grasso, zucchero e tutti i tipi di bevande gassate dovrebbero essere evitati.
  • Il consumo di caffeina e di sale dovrebbe essere ridotto al minimo.
  • I pasti principali dovrebbero essere 3 e i spuntini devono essere 3.
  • I spuntini dovrebbero essere a base di frutta.
  • Il cibo dovrebbe essere masticato bene.
  • Il consumo di acqua dovrebbe superare i 2,5 litri. Questi tassi non sono adatti subito dopo l’intervento. Può progredire gradualmente come 1 litro nella prima settimana, 1,5 litri nella settimana successiva e 2,5 litri nei periodi successivi.

Processo di perdita di peso dopo il bypass gastrico

I pazienti obesi con un indice di massa corporea di 40 e più sono ideali per la chirurgia di bypass gastrico. Tuttavia, se il vostro indice di massa corporea è inferiore a 40 ma superiore a 35, dovete avere apnea del sonno indotta dall’obesità, problemi di pressione sanguigna o diabete per avere un intervento di bypass gastrico. I candidati più adatti all’intervento di bypass gastrico sono i pazienti che hanno bisogno di perdere almeno 40 e più chili. La quantità di peso che si può perdere è direttamente proporzionale alla vostra stabilità nei programmi di dieta. Si può perdere peso più velocemente, di più e in modo più sano sia con diete regolari che con programmi di esercizio.

Potrà facilmente perdere circa il 70% del suo peso in eccesso nel primo anno dopo l’intervento di bypass gastrico. Se guardiamo la media generale di tutti i pazienti affetti da obesità dopo l’operazione, possiamo affermare che l’85% dei pazienti riesce a raggiungere il peso ideale. Questo rapporto include anche il mantenimento del peso perso sotto controllo. In altre parole, dopo aver raggiunto il peso ideale, significa che il peso ideale viene anche mantenuto. Nei primi mesi dopo l’operazione, si perde sempre più peso. La media generale è di almeno 6 e al massimo 10 chili. Nei mesi successivi si potrà continuare a perdere costantemente meno peso e più equilibrio.

Quante ore richiede un intervento di bypass gastrico?

Gli interventi chirurgici per lo stomaco possono essere completati per un certo periodo di tempo, proprio come altri metodi chirurgici. Tuttavia, i tempi e le ore possono essere ridotti – possono essere più lunghi, a seconda di molti fattori. Qui possiamo solo parlare di medie generali. Le operazioni di bypass gastrico, d’altra parte, sono di solito completate in 90 minuti, ma a volte possono richiedere fino a 120 minuti. Gli interventi di bypass gastrico richiedono almeno mezz’ora in più rispetto al tubo gastrico. Il paziente è sotto anestesia generale e non sente alcun dolore durante l’operazione. Dopo l’operazione, non sente dolore nelle prime ore fino alla scomparsa degli effetti dell’anestesia.

Qual è la differenza tra il bypass gastrico e il tubo gastrico?

Circa l’80% dello stomaco viene tagliato e rimosso negli interventi di tubo gastrico. Negli interventi di bypass gastrico, la maggior parte dello stomaco viene disabilitata, viene creato un piccolo stomaco e il grande stomaco viene lasciato non tagliato. Per questo motivo, l’operazione di tubo gastrico è irreversibile. Tuttavia, ci sono possibilità di inversione degli interventi di bypass gastrico. L’intervento di tubo gastrico è di solito terminato in un’ora e mezo, mentre la durata media dell’intervento di bypass gastrico è di un’ora. Nel tubo gastrico (sleeve gastrectomy), solo la maggior parte dello stomaco viene tagliata e rimossa. Nell’intervento di bypass gastrico, dopo che la maggior parte dello stomaco è disabilitata, viene fatto un percorso più breve verso la linea stomaco. Così, i nutrienti presi dallo stomaco raggiungono l’intestino in un tempo più breve, riducendo i livelli di assorbimento delle calorie negli alimenti. In entrambi gli interventi, i pazienti hanno una sensazione di pienezza in un tempo più breve.

Come vengono determinati i prezzi del bypass gastrico?

I costi possono variare a seconda della vostra località. Quando si considera il modo di pagare l’intervento, il prezzo dell’intervento di bypass gastrico laparoscopico non dovrebbe influenzare la vostra decisione di scegliere un chirurgo qualificato. Dei tre interventi bariatrici più popolari (lap band, tubo gastrico, bypass gastrico), il più costoso è il bypass gastrico. L’intervento di switch duodenale e alcune procedure di revisione sono generalmente le più costose di tutte le procedure bariatriche.

Riferimenti:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC1387676/pdf/annsurg00417-0025.pdf

https://www.nejm.org/doi/full/10.1056/NEJMoa066603

I post del blog

Vi chiamiamo noi

    Click to Hide Advanced Floating Content